In questo articolo ti spiegherò come aprire la partita iva per wedding planner

Ti piacerebbe organizzare matrimoni?
Ecco i consigli per aprire la partita iva come wedding planner

Negli ultimi anni una nuova interessante figura professionale sta riscuotendo un notevole successo, il Wedding Planner. E’ la figura che si occupa dell’ organizzazione del matrimonio o di altri eventi; oggi, infatti, rivolgersi a un wedding planner o ad un’agenzia che organizza cerimonie è  diventata un’opportunità per le giovani coppie che hanno poco tempo a disposizione e il desiderio di un evento indimenticabile.

Aprire un agenzia di organizzazione eventi e cerimonia è, oggi, un’opportunità d’affari poiché con un piccolo investimento ci si può mettere in proprio in un settore in continua ascesa. Sarà necessario avere doti commerciali  comunicative e di buon gusto oltre che organizzative, infatti il wedding planner deve instaurare rapporti di business con varie figure come fotografi, acconciatori, fioristi, ristoratori e solo una scelta meticolosa  che scaturisce la buona riuscita dell’evento.

Ad Oggi, la professione di wedding planner è cresciuta ulteriormente ed anche se non c’è, al momento, un ordinamento della professione, per tale motivo è assimilabile ad un’attività di Agenzia di Affari.

L’avvio dell’Attività avviene con l’apertura della Partita IVA con il codice Ateco  96.09.05 “Organizzazione di feste e cerimonie”; l’iter prevedere:

  • la presentazione dell’inizio attività (S.C.I.A.) al comune di svolgimento dell’attività o di domicilio (SCIA AGENZIA DI AFFARI);
  • Iscrizione alla Gestione Commercianti INPS.

Partita iva Wedding Planner e Regime fiscale agevolato

E’ consigliabile usufruire per tale tipologia di attività del regime Fiscale Agevolato per Autonomi in modo da evitare di pagare i contributi Fissi Trimestrali pagandoli soltanto sul reddito effettivamente realizzato secondo lo schema del regime forfettario. L’ammontare massimo di Fatturato è di 20.000 Euro Annui (per il primo anno rapportati ai mesi di attività) e con una percentuale di redditività del 67%.

Per tutte le altre informazioni sul regime fiscale Agevolato per autonomi (Forfettario) puoi leggere gli articoli presenti sul nostro sito:

Tale attività è compatibile con quella di lavoro dipendente?
La risposta e’ sicuramente affermativa se l’attività di Wedding Planner non entra in concorrenza con quella di lavoro dipendente.

Quanto costa avviare l’attività? e chiuderla?
Per l’avvio dell’attività non sono richiesti notevoli investimenti essendo un lavoro principalmente intellettuale; per l’iter burocratico il costo è relativamente contenuto dovendo sostenere oltre ai classici diritti di segreteria e bolli camerali, i diritti di segreteria del comune a cui si presenta la scia di inizio attività, mentre l’apertura della partita IVA è sostanzialmente gratuita ( onorari commercialista esclusi). La chiusura dell’attività invece è soggetta soltanto al pagamento dei bolli camerali.

 

Se vuoi lascia pure un commento sotto l’articolo se ti interessa avere altre informazioni in merito, sarà un piacere per me poterti aiutare.

 

[cta label=”SCRIVIMI” link=”http://www.commercialistabenvenuto.it/online/” background=”#4898ed” effect=”tada” ]Domande? Commenta l’articolo o scrivimi una email. [/cta]