Di recente, sul sito di inMarketing.it ho pubblicato un articolo dal nome “Come aprire un e-Commerce: i consigli del Commercialista“, e come è possibile notare dal numero di commenti in continuo aumento, ha riscosso un notevole successo. L’articolo spiega i concetti e step principali per aprire un e-commerce.

Dai numerosi commenti e richieste che mi arrivano ogni giorno, ho deciso di pubblicare un articolo cercando di rispondere alle principali domande in merito all’argomento più richiesto, ossia il commercio elettronico diretto.

Cose’è e come funziona il commercio elettronico diretto?

Le operazioni di commercio elettronico diretto si qualificano come prestazioni di servizi. Nella Disciplina del Commercio Elettronico di Servizi, è essenziale valutare attentamente la qualificazione del servizio ai fini della corretta applicazione della normativa. Tali operazioni ai fini IVA sono territorialmente rilevanti nel paese del cliente (soggetto IVA o meno).
I servizi prestati tramite mezzi elettronici comprendono i servizi forniti attraverso Internet o una rete elettronica e la cui natura rende la prestazione essenzialmente automatizzata, corredata da un intervento umano minimo e impossibile da garantire in assenza della tecnologia dell’informazione.

Tra i servizi in esame rientrano:

  • Fornitura di prodotti digitali in genere (software);
  • Servizi che veicolano o supportano la presenza di un’azienda o di un privato su una rete elettronica (sito o pagina web);
  • Servizi automaticamente generati da un computer attraverso Internet in risposta a dati specifici immessi dal destinatario;
  • La concessione, a titolo oneroso, del diritto di mettere in vendita un prodotto o un servizio su un sito internet che operi come mercato online;
  • Le offerte forfettarie di servizi su internet
  • I servizi elencati nell’allegato I al Reg. UE 282/2011 tra cui: fornitura di siti web e web hosting, fornitura di software, fornitura di immagini, testi e informazioni, fornitura di musica, film, giochi, prestazioni di insegnamento a distanza.

Servizi Esclusi che non Rientrano tra i servizi prestati mediante mezzi elettronici:

  • I servizi di radiodiffusione e di televisione;
  • I servizi di telecomunicazione;
  • I beni per i quali l’ordine o la sua elaborazione avvengano elettronicamente;
  • CD-ROM;
  • Il materiale stampato;
  • I CD e le audiocassette;
  • I giochi su CD-ROM;
  • I servizi di professionisti;
  • I servizi di insegnamento (tramite collegamento remoto);
  • Servizi pubblicitari;

 

Domande?

L’argomento è molto vasto, quindi se hai domande in merito all’articolo, lascia un commento.

 

[cta label=”SCOPRI” link=”http://www.commercialistabenvenuto.it/online/” background=”#4898ed” effect=”tada” ]Devi avviare il tuo e-Commerce? Scopri il servizio commercialista online[/cta]